Rosario Cristallo Boemia

Il cristallo di Boemia è un vetro decorativo prodotto sin dal XIII secolo nelle regioni di Boemia e Slesia, ora facenti parte della Repubblica Ceca.
I più antichi scavi archeologici di siti d’arte vetraria risalgono a circa il 1250 e si trovano nei monti della Lusazia, nella Boemia settentrionale.
La storia del cristallo di Boemia iniziò grazie anche alle abbondanti risorse naturali presenti nel territorio. I vetrai della Boemia scoprirono che miscelando cloruro di potassio e gesso si poteva ottenere un vetro incolore chiaro che era più stabile di quello prodotto in Italia. Fu in quel periodo che il cristallo ceco divenne termine di paragone rispetto a tutte le altre qualità di vetro.
Al contrario degli altri, il cristallo di Boemia era senza piombo. Questo vetro poteva essere manipolato con un tornio da vasaio. La cenere prodotta dal legname utilizzato per i forni di fusione, inoltre, poteva essere impiegata per creare potassio. In più nel sottosuolo era presente una copiosa quantità di calcare e silice.
In quel periodo la Boemia espresse esperti artigiani capaci di lavorare ad arte il cristallo e perciò il cristallo di Boemia divenne famoso in tutto il mondo per il suo taglio eccellente, tanto che i suoi artigiani divennero presto insegnanti qualificati di questa lavorazione in paesi vicini e lontani.
Qui di seguito una serie di corone del rosario realizzate a mano dalla MANENTE Rosari impiegando i pregiati grani in cristallo di Boemia.

 

Visualizzazione di tutti i 6 risultati