Seleziona una pagina

Serto di fiori a Maria

Una pratica devozionale, molto diffusa nel mese di maggio, sono i fioretti alla Madonna: piccoli sacrifici, impegni, proponimenti in onore della Santissima Vergine, offerti con fede e devozione come se le stessimo offrendo un mazzo di fiori; un segno del nostro amore per lei e per il suo Figlio Gesù. Ora, un “serto” di fiori sta a indicare proprio una “ghirlanda” di fiori, come pure una “corona” di fiori… Nello specifico, quella che segue è un’antica preghiera di lode e di supplica alla Vergine Maria, che nella devozione popolare viene recitata ogni giorno del mese di maggio; nulla vieta, tuttavia, che questa bellissima preghiera possa essere recitata tutti i restanti giorni dell’anno.

  1. O Aurora bellissima del mese di maggio, meravigliosa opera di Dio innanzi a cui si arrestano tutti gli incanti e le bellezze della primavera, Te noi veneriamo, o nunzia delle pure delizie del Paradiso, misericordiosa dispensatrice di grazie, Maria. Ave Maria
  2. O Sole raggiante di luce divina, che al vivo fuoco del tuo santo Amore, fecondi gli sterili e ritrosi moti dell’anima nostra: Stella che brilli nelle oscure notti dell’umanità: a Te fidenti noi solleviamo la voce, o gloria dei figli di Eva, trionfatrice Maria. Ave MariaPreghiere a Maria nel mese di maggio - Serto di fiori a Maria
  3. Giardino di virtù, Donna celeste, su cui si posò lo spirito del Signore, e pura e santa su tutte le creature apparisti prediletta di Dio, ave piena di Grazia, ave Maria. Ave Maria
  4. Maggio, che fai scordare le pene del tempestoso inverno; aura soave che accarezzi le pianticelle inchinate dalle bufere; Te preghiamo, o Madre, che i nostri falli fai scordare all’Eterno, la nostra povertà compatire e benedire; sì, noi ti preghiamo. Ave Maria
  5. Rugiada celeste, che i languidi steli dalle infocate vampe del sole rinfranchi, l’anima nostra avvilita dalle terrene passioni solleva, e desta alla virtù robusta del Vangelo, o clementissima Maria. Ave Maria
  6. Primavera feconda di ogni bontà, che le privazioni sostenute dai poverelli nel rigido inverno ora consoli con la lietezza dei campi ondeggianti di spighe granose, assiditi alla mensa dei bisognosi, moltiplica lo scarso loro pane, o benefica Maria. Ave Maria
  7. Rosa bellissima dei campi di Engaddi, che di tua modestia innamorasti il tuo Fattore, sicché non dubitò di farsi tua fattura, l’anima nostra povera e sfiorita di virtù, da Te sia decorata o Regina del Paradiso. Ave Maria
  8. Giglio illibato e candido, innanzi a cui si arresta l’alito delle terrene passioni e immacolato germogli nell’orto dell’Eternità; l’anima nostra, che più non si gloria della sua innocenza, mondata dal lavacro della penitenza, custodisci; e puro il nostro cuore e innamorato di Te sola, conserva, o Immacolata Vergine Maria. Ave Maria
  9. O violetta gentil, fragrante, timida, che nell’umile cella di Nazareth ogni tuo affetto consacrasti a Dio; dall’altezza dei cieli, ove ti ha collocata il Figlio, educaci all’umiltà! Ispiraci prudenza e consiglio, o dolce Madre Maria. Ave Maria
  10. Cedro maestoso, che spieghi sublime dalle vette del Libano la verdeggiante chioma, a te noi misere e grame pianticelle leviamo la fronte umile e vile e ti imploriamo, o potente Maria. Ave Maria
  11. Olivo specioso, che nei campi ti innalzi maestoso e bello, sotto il potente tuo patrocinio noi ci ripariamo e aspettiamo le copiose grazie tue, o Protettrice o Signora del mondo Maria. Ave Maria
  12. Maria, coronata dal Figlio del serto di ogni eletta virtù, a Te consacriamo gli affetti e i sensi nostri; benedici le nostre allegrezze, conforta i nostri dolori, sii compagna nella vita nostra, avvocata nella nostra morte; per Te questa vita si cangi nell’eterno maggio, nel giardino dei Santi in Cielo, o sola letizia delle anime nostre, o rifugio dei peccatori, Maria. Ave Maria

PREGHIERA
O cara Madre, che col tuo Figlio glorioso hai salvato il mondo, salva ora l’anima nostra. È vero, noi lo diciamo a Te che grandi furono i nostri peccati, che in faccia a Dio peccammo, che ricordammo solo per oltraggiarlo, e in faccia al modo intero, che tante volte abbiamo scandalizzato; ma per Te, dolcissima Maria, ivi abbonderà la grazia, ove ha abbondato la colpa.

Deh! Purifica il nostro cuore col tuo santo affetto. Poni sul nostro capo la tua materna mano, né fare che mai più, sperduti erriamo sulle vie della immoralità e della ingiustizia.
Oh! Torni, torni per Te, Vergine Santa, a fiorire questo nostro povero cuore; si mostri nella sua bellezza la rosa modesta, ove fece sfoggio la vanità e la bruttezza del peccato; si dischiuda in tutto il suo candore il giglio della semplicità e della continenza, ove regnava la colpa e la vergogna.
Sorrida, nella pienezza della sua grazia, la virtù e la fede, e stiano lontano per sempre Satana e la sua ispirazione.
Grande fede in Te noi tutti abbiamo, O Maria, perché Tu potentissima sei. Tu grande presso Dio, di cui ne sei la Madre; Tu forte sopra l’Inferno, che per te si confonde e tace; Tu impavida contro le umane malvagità, che mille volte hai confuso e vinto. E per questo noi ti imploriamo, o Maria: erranti, ci indirizzi; caduti, ci sollevi; affranti, ci consoli.
Oh! Sii sempre con noi, Madre clementissima, non ci lasciar mai più; vinca la grazia tua i terrestri allettamenti, né le terrene passioni dispongano mai più dell’anima nostra.
Sì, Tu nel cuore ci sari guida al Cielo, consiglio nelle ansie, aiuto nei pericoli; o gloria, o solo conforto di noi figli di Eva, o benedetta in eterno. Così sia.

Salve Regina

 

Le recensioni dei clienti su:
Leggi le Recensioni per MANENTE Vendita Rosari su Google  Leggi le Recensioni per MANENTE Rosari su Trustpilot